Saldi 2019: le nuove date

On 17/12/2018

Il 23 novembre 2016 con determinazione n. 226/DPG015, nella Conferenza dei Servizi, convocata dalla Direzione Sviluppo Economico e del Turismo della Regione Abruzzo ai sensi della Legge regionale n. 23/2018 le quattro Camere di Commercio abruzzesi hanno fissato i periodi per le vendite di fine stagione relative all’anno 2019:

  • vendite di fine stagione invernale dal 5 gennaio 2019 per una durata massima di sessanta giorni;
  • vendite di fine stagione estiva dal 6 luglio 2019 per una durata massima di sessanta giorni.

Per saldi o vendite di fine stagione si intendono le forme di vendita che riguardano prodotti stagionali o articoli di moda che devono essere venduti entro un breve lasso di tempo dalla fine della stagione pena il notevole deprezzamento.

Per le corrette modalità di effettuazione delle vendite degli articoli in saldo si ricordano i seguenti principi di base, tenendo conto anche della normativa regionale abruzzese, la Legge Reg.le 11 del 16.07.2008 art. 1 comma 81 e successive modifiche e integrazioni:

1. Preventiva comunicazione al Comune: per l’effettuazione di tali vendite è necessario dare preventiva comunicazione, sette giorni prima dell’inizio delle vendite medesime, con lettera raccomandata, fax, e-mail PEC al comune in cui è ubicato l’esercizio indicando l’inizio, la fine, gli sconti praticati sui prezzi normali di vendita che devono comunque essere esposti.

2. Obbligo esposizione cartelli informativi: le asserzioni pubblicitarie devono essere presentate in modo non ingannevole, esplicitando l’indicazione del periodo ed il tipo di vendita, gli sconti o i ribassi praticati nonché la qualità e la marca rispetto ai diversi prodotti merceologici posti a saldo. Le merci in saldo, dunque, devono essere indicate in modo inequivocabile per distinguerle da quelle poste in vendita al prezzo ordinario;

3. Prodotti in vendita: i prodotti che vengono proposti in saldo devono avere carattere stagionale o di moda ed essere suscettibili di notevole deprezzamento se non venduti entro un certo periodo di tempo. Tuttavia nulla vieta di porre in vendita anche prodotti appartenenti non alla stagione in corso.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.